Titolo Dizionario bilingue ITALIANO/CANE-CANE/ITALIANO
Autore Jean Cuvalier, Christophe Besse,Roberto Marchesini
Editore Sonda/Larousse
Anno 2010
Pagine 360
Costo CHF 21
Descrizione
Nel mondo del cane la parola ha meno importanza di altri mezzi di comunicazione, come gli odori, la gestualità, le posture, lo sguardo, la mimica, il ritmo, le intonazioni della voce.... Ecco come spesso troviamo difficoltà a stabilire questa relazione con il nostro amico peloso, a capire e a farci capire. Nasce per questo il primo dizionario bilingue per cani e per i loro conviventi umani dove vengono passati in rassegna e decodificati tutti i comportamenti e le situazioni della vita quotidiana «lato umano» e «lato cane», attraverso oltre 150 parole-chiave del comportamento canino classificate dalla A alla Z: abbaiare, emozioni, fuga, gioco, leccare, maltrattamento… ma anche pulce, ringhio, sete, ubbidienza … Cosa ci vuole dire, come dobbiamo rivolgerci al nostro cane, come possiamo interpretare il comportamento tra loro. E tutte le regole che rendono serena la nostra convivenza.
Nella prima parte del dizionario Cane-Italiano sono presentate situazioni in cui il cane invia un messaggio al proprio umano, rivolgendosi a lui secondo il suo linguaggio. La seconda parte, Italiano-Cane, presenta situazioni in cui è l’umano a inviare un messaggio e spiega come esso viene decodificato dal cane. Infine, nella terza parte, Cane-Cane, si trovano situazioni di comunicazione tra cani, quasi «traducendo» nella lingua umana il messaggio del cane rivolto ai suoi simili. E ancora, un approfondimento sulla normativa: Codice civile e penale.
Questo dizionario Sonda-Larousse, presenta l’approccio cognitivo-zooantropologico alla relazione con il cane messo a punto dal suo fondatore, lo zooantropologo ed etologo Roberto Marchesini. Le illustrazioni di Christophe Besse mettono in risalto, in modo umoristico, delle situazioni abituali con le quali quanti convivono con un cane si sono confrontati almeno una volta. Rendendo la lettura più gradevole, questi disegni permettono di riconoscere alcune situazioni vissute e di correggere, se necessario, gli errori di comunicazione e di linguaggio che turbano le relazioni tra noi e il cane.

Con la collaborazione di Ilaria Innocenti, responsabile nazionale Settore Cani e Gatti della LAV.    

Immagine