SABATO 21 MARZO 2015

PIAZZA DANTE- LUGANO

DALLE 10.00 ALLE 17.00
STAND INFORMATIVO ATRA SULL'ALIMENTAZIONE VEG.

DALLE 15.00 ALLE 16.00
LUTTO IN MEMORIA DEGLI ANIMALI MASSACRATI PER PASQUA

***************************

SABATO 25 APRILE 2015
GIORNATA INTERNAZIONALE 
PER L'ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE

TUTTI IN PIAZZA A ZURIGO
PER PROTESTARE CONTRO LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE



PROGRAMMA DELLA GIORNATA

13.30 RITROVO IN HELVETIAPLATZ
14.30 PARTENZA DEL CORTEO IN DIREZIONE DI WERDMÜHLEPLATZ
15.30 ARRIVO IN WERMÜHLEPLATZ, INIZIO MANIFESTAZIONE
19.00 CHIUSURA DELLA MANIFESTAZIONE

Vi invitiamo a promuovere questa giornata e a partecipare numerosi con striscioni e cartelli per dare maggiore visibilità a questo evento.

Per maggiori informazioni:
www.zugetive.ch

********************************


SABATO 30 MAGGIO-DOMENICA 31 MAGGIO 2015
BEDIZZOLE (BRESCIA)

"UN WEEKEND BESTIALE" PER PARLARE DI CAVALLI, VIVISEZIONE, ALIMENTAZIONE VEG, VIOLENZA SU ANIMALI E DOMESTICA
IN COLLABORAZIONE CON THE FOOL ON THE HILL E I-CARE
 


Per maggiori info:www.thefoolonthehill.it

 
*******************************************************
 
CIAO DANIELA, NON TI DIMENTICHEREMO MAI!

 
Daniela Casarini, nobile ed energica voce dei senza voce, si è spenta nella notte del 22 maggio 2014 all'Ospedale di Carpi.
Aveva fondato nel 2006 la delegazione ATRA Emilia-Romagna, con l'aiuto di pochissime altre coraggiose persone, ma soprattutto era un'amica sincera, di un'infinita bontà, generosità e disponibilità, che ha saputo affrontare immense sfide nella vita senza mai perdersi d'animo: ancora poche settimane prima del ricovero stava organizzando l'ennesima iniziativa (il CinemATRA) dividendosi tra il lavoro, gli animali (suoi e non solo) e una malattia che non Le ha lasciato scampo nonostante la sua immensa voglia di vivere.
Crediamo che Le sarebbe piaciuto essere ricordata così:
 
 
Grazie Dani per tutto quello che hai fatto per tutti gli amici a 4 zampe!
Rimarrai per sempre nei nostri cuori.
Staff ATRA 
 

********************************
UNA CASA PIU’ GRANDE PER YURI,
SALVATO DALLA VIVISEZIONE
 
L’estate scorsa al Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica di Monte Adone è arrivato Yuri, un giovane esemplare di Macaco mangia granchi che era destinato ad una sperimentazione di laboratorio. ATRA ha contribuito al suo salvataggio anche con un sostegno economico (vedi Orizzonti nr. 133 –Dicembre 2012 http://www.atra.info/pdf/133_ITA_web.pdf)
Yuri, così come tutti gli animali sottratti o cresciuti lontani dal loro ambiente naturale, purtroppo non potrà mai più ritornare in totale libertà, e sarà costretto a vivere in cattività per il resto della sua vita.
Proprio per questa ragione, dopo il suo arrivo al Centro, si è reso urgente e necessario costruire un’area esterna delle strutture in cui Yuri è ospitato, insieme ad altri 9 piccoli primati. Questo permetterà loro di vivere una vita il più possibile nel rispetto delle loro esigenze fisiche e comportamentali, potendo muoversi e arrampicarsi in un’area esterna arredata con numerosi arricchimenti ambientali.
Una prima parte dei lavori è già stata realizzata, ma i costi sono molto elevati e per questo abbiamo bisogno del sostegno di tutti per completare le strutture, prima che finisca l’estate.
Yuri ora è salvo ma porterà per sempre tatuato sul petto quello che era il suo numero identificativo all’interno dello stabulario del laboratorio di vivisezione – il 210 – il segno indelebile che ricorderà a tutti noi il suo terribile passato, ma con un piccolo contributo ora potrai regalargli un futuro in uno spazio dove sarà libero di vivere una vita migliore.

REGALA QUALCHE METRO DI LIBERTÀ IN PIÙ
AL PICCOLO YURI E AI SUOI AMICI!

Puoi versare il tuo contributo comodamente tramite PAYPAL cliccando il pulsante DONAZIONE accedendo
direttamente al sito:

Oppure puoi versare il tuo contributo su:
c/c postale n. 24418402
c/c n. 812013 Banca Popolare dell'Emilia Romagna - Ag. 215
IBAN: IT62M0538737000000000812013
BANCA PROSSIMA SPA
IBAN: IT29N0335901600100000069062

Tutti i c/c sono intestati a Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica, Via Brento 9, 40037 Sasso Marconi (Bo)

INDICATE SULLA CAUSALE DEL VERSAMENTO "UNA CASA PER YURI"
(Le notifiche dei versamenti, soprattutto quelli postali, ci arrivano abitualmente con un ritardo di 15/20 gg; per avere un riscontro immediato puoi inviarci la tua ricevuta tramite e-mail info@centrotutelafauna.org o via fax allo 0039 051/847600).

NB VI PREGHIAMO DI NON EFFETTUARE VERSAMENTI SUL CONTO CORRENTE DI ATRA MA DI VOLER UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE I DATI BANCARI SOPRA MENZIONATI. VERRANO COSÌ EVITATE INUTILI SPESE E IL VOSTRO SOSTEGNO GIUNGERÀ DIRETTAMENTE AL CENTRO TUTELA E RICERCA FAUNA SELVATICA ED ESOTICA. GRAZIE! 


******************************************************

Grande successo per la PizzAtra benefit!
 
Tante persone hanno partecipato alla serata benefit che abbiamo organizzato, sabato 2 marzo a Ponte Tresa Svizzera, a sostegno degli animali salvati dalla vivisezione insieme ad I-Care. Il pubblico presente, ha potuto gustare le deliziose pizze vegan di Edy Pizza e i dolci preparati dai nostri volontari.
 
Tutti hanno anche ascoltato con grande attenzione le riflessioni contro la vivisezione del nostro consulente scientifico e coordinatore internazionale di I-Care, Dott. Massimo Tettamanti e la toccante testimonianza di Barbara Samueli che di queste creature si occupa con amore ed impegno ogni giorno.
Tutto l’incasso netto raccolto (CHF 3137.- + euro 185.-) è già stato consegnato direttamente ai responsabili del rifugio.
 
Grazie a tutti voi per il sostegno e l'entusiasmo!
 
Foto qui: http://www.centroanimalista.ch/pizzatra_2013.htm
 
FB: http://www.facebook.com/pages/ATRA-Diritti-Animali/266461440065582



Come molti tra voi sanno ATRA è da sempre operativa anche a livello internazionale contro la vivisezione, per vari motivi:
- la vivisezione non è una pratica che si può abolire in una singola nazione a causa dei numerosi vincoli internazionali di commercializzazione dei farmaci e delle altre sostanze chimiche; vincoli che impongono la vivisezione e a cui anche la Svizzera deve sottostare;
- la scelta di attaccare la vivisezione con diverse forme di protesta affiancate a proposte scientifiche a favore di una ricerca bio-medica senza animali ha portato ATRA a diventare referente per la Svizzera del centro internazionale I-CARE;
- ottenere precedenti di blocchi di esperimenti di vivisezione in altre nazioni meno chiuse alle innovazioni tecnologiche e più inserite nella comunità scientifica internazionale diventa fondamentale per ottenere successi anche in Svizzera.

Di seguito potete leggere una sintesi delle nostre attività estere, principalmente svolte dal nostro consulente scientifico Dott. Massimo Tettamanti.


Nuovi progetti I-CARE contro la vivisezione - 31 gennaio 2013

L’inizio dell’anno è sempre un momento in cui si fanno i bilanci; anche, I-CARE ha valutato quali progetti hanno funzionato nel 2012 e sta valutando su quali progetti investire per l’anno in corso, sia a livello nazionale che internazionale.
Nel 2012 I-Care si è impegnata a:
- gestire e riabilitare animali provenienti da sequestri da laboratori illegali;
- gestire e riabilitare animali provenienti da sperimentazioni bloccate tramite applicazione di nuovi metodi scientifici;
- gestire e riabilitare animali sopravvissuti a esperimenti o non più utilizzabili per motivi economici o logistici;
- creare un centro d'eccellenza nella ricerca e nello sviluppo dei metodi alternativi in-silico: centro COBALT (http://cobalt-research.org/);
- creare, seguire e supportare l'iter legislativo di una proposta di legge in regione Lombardia che, per la prima volta, interveniva a toccare il punto critico della vivisezione: l'interesse economico;
- creare la prima banca di tessuti umani in America Latina, la qual cosa è iniziata a dicembre 2012 presso l’Università di Santiago del Cile sul modello di un progetto Atra in Svizzera (http://www.atra.info/?indice=91&lingua=ita);
- organizzare convegni nazionali e internazionali, seminari e corsi teorico-pratici sui metodi di ricerca senza animali in India, Russia, West Guinea, Togo, Camerun, Sudan e Chad. Per il 2013 ci sono già richieste di seminari e corsi in Etiopia, Cambogia, Vietnam, Malesia, Kazakhstan, Tajikistan, Turkmenistan;
- partecipare ai corsi teorico/pratici sui metodi alternativi organizzati presso l’Università di Genova dal Laboratorio di Analisi e Ricerca di Fisiopatologia (LARF) http://www.larf.unige.it/ . Tale partecipazione continuerà nel 2013;
- dedicarsi nella campagna contro Green Hill sia come supporto scientifico antivivisezionista sia, da parte del direttore scientifico Dr. Massimo Tettamanti,con una perizia che ha portato al sequestro degli animali, iter avviato dall’Associazione Freccia 45 con il deposito di fascicolo documentale in Regione Lombardia. Nel 2013, tale impegno rimane confermato, fino a chiusura completa di Green Hill e di Harlan.

Nell’anno in corso, I-CARE, invece, si impegna a:

- organizzare in India un centro specifico sulle alternative nella ricerca che possa ottenere gli stessi risultati ottenuti nel 2011 con i 18 milioni di animali l'anno salvati dai laboratori didattici nel subcontinente indiano;
-ampliare in Africa il centro scientifico I-CARE di diffusione dei metodi alternativi;
- creare centri scientifici in quelle nazioni, soprattutto dell’est Europa e asiatiche che si stanno proponendo per fare spostare i laboratori delle multinazionale in luoghi dove la cultura animalista è arretrata o inesistente;
- iniziare in Italia una campagna di intercettazione, per quanto possibile, dei finanziamenti alla ricerca che, al momento, vanno a campagne come Telethon o altre che finanziano anche sperimentazioni su animali;
- una volta formatasi la nuova giunta regionale, I-CARE si impegnerà a trasformare la proposta in legge e, nel contempo, a esportare in altre regioni e a livello nazionali simili legislazioni che, nella pratica, tolgono i finanziamenti alla sperimentazione animale.

Ad oggi, I-Care ha salvato 9.681 animali.

L’associazione, insieme ad un gruppo di attivisti di Parma, ha creato una rete di rifugi/volontari necessari per recuperare il numero sempre crescente di animali salvati. Come potete immaginare, i rifugi di I-Care non sono più in grado di accogliere altri animali per mancanza di fondi e di spazio. Grazie ad un evento lanciato online a supporto del progetto I-Care dalle associazioni no profit AmiciCani e Freccia 45, sono stati raccolti € 2.160,00 (alla data del 29.01.13) per la creazione di nuovi habitat adeguati alle specifiche esigenze degli animali.

I-CARE è formata esclusivamente da volontari, NON ha finanziamenti istituzionali e NON ha sponsor privati, ma riesce a continuare le proprie attività soltanto grazie all'aiuto delle singole persone che si schierano contro la sperimentazione animale, su basi etiche e/o scientifiche.
Salvando principalmente roditori, l’associazione non riceve donazioni esorbitanti, dunque, i mezzi a disposizione del Centro sono minimi e oramai esauriti; tutti possono dare un aiuto in questo momento storico nella lotta alla vivisezione anche con una piccola donazione.

Si può donare tramite bonifico sul seguente conto bancario, intestato ad
"I-CARE Europe":
IBAN: IT33 R052 1651 0100 0000 0002 493
oppure andando sul sito http://www.icare-italia.org

Per sostegni dalla Svizzera: C.C.P. 69-1810-7  intestato ad ATRA Associazione svizzera per l’abolizione della vivisezione, via Capelli 28 Lugano con causale “I-CARE”.

Per seguire le attività di I-CARE è disponibile il profilo Facebook di I-Care Italia:

https://www.facebook.com/ICareItalia

Grazie a tutti.

Lo staff di I-CARE
info@icare-italia.org
 

 
 

********************************************

12 febbraio 2010
ATRA e CDA partecipano con immenso cordoglio e affetto al dolore della famiglia Arigoni per l'incolmabile perdita di Bill.

"Ciao Bill,
hai lasciato impronte indelebili e semi che germoglieranno!
Non ti dimenticheremo mai, grazie per tutto quello che hai fatto per i nostri amici animali!".