Grande attenzione e interesse per la conferenza “Animal Tests Ban for Cosmetics: Debate on an EP’s Resolution” organizzata da OIPA (Organizzazione internazionale protezione animali), ATRA e LSCV (Ligue suisse contre la vivisection) tenutasi presso presso l’UNOG, la sede delle Nazioni Unite di Ginevra, lo scorso 16 novembre.
Nel corso della giornata si è approfondita l’attuale situazione dei test sugli animali e si sono discusse le strategie per rendere globale il divieto della sperimentazione animale nel settore cosmetico in vista della futura convenzione che le Nazioni Unite proporranno alla sottoscrizione degli Stati extra-europei.


All’importante evento hanno preso parte esperti del settore, medici e ricercatori (Massimo Pradella/OIPA, Bruno Fedi/LIMAV, Tamara Zietek/Ärzte gegen Tierversuche, Max Molteni/ATRA, Daniel Favre/LSCV e Kerry Postlewhite/CFI) che hanno evidenziato, tra le altre cose, la situazione svizzera, l’impegno di alcune industrie farmaceutiche nello sviluppo di metodi sostitutivi che non ricorrono ai modelli animali in questo ambito e i cambiamenti in corso anche nei Paesi dove questi test sono ancora obbligatori per legge, come ad esempio la Cina.